Home
GAS ‘RADON’ Stampa E-mail
martedì 06 febbraio 2018

La normativa vigente sia nazionale sia della Regione Puglia ( Legge regionale n. 30/2016) prevede che : gli esercenti attività (anche se in affitto) aperte al pubblico provvedono, entro e non oltre novanta giorni dalla data di entrata in vigore della legge (a partire dal 11/08/2017), ad avviare le misurazioni sul livello di concentrazione di attività del gas radon da svolgere su base annuale suddiviso in due distinti semestri (primavera-estate e autunno-inverno) e a trasmettere gli esiti entro un mese dalla conclusione del rilevamento al comune interessato e ad ARPA Puglia. In caso di mancata trasmissione delle misurazioni entro diciotto mesi dalla data di entrata in vigore della presente legge, il comune provvede a intimare con ordinanza la trasmissione delle misurazioni svolte, concedendo un termine non superiore a trenta giorni, la cui eventuale e infruttuosa scadenza comporta la sospensione   dell’agibilità .

Pertanto tutti gli esercenti attività aperte al pubblico devono effettuare la misurazione di concentrazione del Radon con strumentazione passiva, negli immobili interessati : interrati,seminterrati e locali a piano terra . Sono esentati dagli obblighi di misurazione i locali a piano terra con superfice non superiore a 20 mq, salvo che in virtù di collegamento strutturale con altri locali non derivi il superamento del limite dimensionale previsto per l’esenzione, purché dotati di adeguata ventilazione,le misure di radon non debbano essere condotte in locali che non siano occupati con continuità, quali i vani tecnici, locali di servizio, spogliatoi e ambienti di passaggio come i corridoi. Il livello di concentrazione del radon non puo’ superare i 300Bq/mc . Solo qualora si superasse tale limite l’interessato deve presentare al comune di competenza, entro e non oltre 60 giorni, un piano di risanamento . La misurazione deve essere effettuate nel periodo autunno/inverno e  primavera/estate . Per gli edifici esistenti le attività di monitoraggio delle suddette misurazioni devono essere compiute ogni 5 anni . 

 
 La Legge Regionale del 03/11/2016 n.30 e s.m.i. non prevede che l’esercente, per l’effettuazione delle misure di concentrazione di gas radon, debba necessariamente avvalersi di un Esperto Qualificato in Radioprotezione.

 

In considerazione di quanto sopra esposto la Cna di Lecce ha stipulato una convenzione con una società legata all’Università di Milano che provvederà a inviare i dosimetri e la relazione tecnica da inviare all’Arpa Puglia e Comune di competenza . A titolo informativo le linee guida dell’Arpa Puglia consigliano un numero di punti di misura in funzione dell’ampiezza dei locali : per i locali separati di piccole dimensioni (inferiori a 50 mq ) è sufficiente una sola misura, per i locali separati di medie e grandi dimensioni è consigliata una misura ogni 100 mq . I dosimetri dovranno essere posizionati ad una altezza fra circa 1 e 3 metri, lontani da fonti di calore e di ricambio di aria . 

La convenzione prevede un costo di € 39,00 (trentanove) per ogni dosimetro comprensivo della certificazione da inviare all’Arpa e al Comune di competenza . 

 
Pros. >
Image

Credits - ©CopyRights - Privacy
Joomla è un software libero realizzato sotto licenza GNU/GPL